logo
logo

Blog

29 Ott 2017

L’identità di un Hotel: un racconto che prende forma attraverso la fotografia

 

Prendo spunto da un articolo pubblicato da Event Report QUI (link) che parla del valore strategico del sito internet per l’hotel, il principale strumento per la creazione della sua identità.

“Per un albergo il sito web non è solo una vetrina, ma uno strumento che ne costruisce l’immagine e ne determina la percezione da parte degli utenti. ”

L’impostazione grafica, il web design del sito è  di per sé capace di connotare l’hotel, comunicare la sua cifra stilistica. La fotografia, in questa strategia di comunicazione,  gioca un ruolo importante e complementare come sottolinea l’articolo nel paragrafo “Il potere delle immagini”. 

“Tutti gli studi concordano: le foto dell’albergo hanno il potere di modificare la percezione del potenziale cliente”. Una struttura che non aveva suscitato l’interesse del cliente diventa appetibile perché è capace di comunicare un’esperienza ospitale e uno stile attraente, mentre quella su cui il potenziale cliente si era orientato inizialmente viene scartata perché le sue immagini non riescono a coinvolgerlo o addirittura lo allontanano.

Le fotografie del sito sono “ la prima esperienza visiva che l’utente fa dell’hotel e ne rappresentano il posizionamento: devono essere quindi non solo di qualità, ma anche aggiornate e moderne”. In buona sostanza, devono essere professionali, saper comunicare il valore della struttura, il suo mondo ospitale. Web design del sito e immagini fotografiche sono due facce della stessa medaglia, devono ‘fondersi’ dando un’immagine chiara e coerente.

Come si distingue la fotografia professionale? Per alcune caratteristiche chiave:

l’inquadratura: l’uso corretto della prospettiva e la scelta degli elementi da includere. Per gli interni questo comporta lo studio del corretto allestimento degli ambienti.

la luminosità e il bilanciato rapporto luci-ombre nello scatto

La vividezza dei colori e l’armonizzazione delle cromie

la prospettiva, la neutralizzazione delle distorsioni dovute agli obiettivi e inclinazione della macchina

la nitidezza dell’immagine

la coordinazione e l’uniformità della produzione fotografica.

 

La professionalità del fotografo unisce competenza tecnica e sensibilità rispetto alla ricerca del dettaglio; alla base di un buon lavoro c’è sempre la comprensione delle caratteristiche della struttura ospitale e dei suoi valori espliciti e impliciti.

NB. La foto riportata nell’articolo è stata scattata da altro fotografo

 

11 Set 2017
Fotografo-agriturismi

Fotografia Agriturismi – perché Settembre e Ottobre sono i mesi ideali per realizzare il servizio fotografico di un agriturismo

Scegliere il ‘momento giusto’ per realizzare un servizio fotografico vuol dire garantirsi dei vantaggi significativi per sé e rispetto alla concorrenza. Ma qual è il ‘momento giusto’?

Un servizio fotografico di tipo professionale ben progettato e programmato nella stagione giusta è decisivo per la vendita di un agriturismo. I clienti sono fortemente influenzati da quello che vedono sul web e dalle brochure e disporre di immagini che sanno raccontare la struttura e il suo contesto, porta conversioni in tempi più rapidi e in modo più diretto.

Spesso si decide di rinnovare il ‘corredo immagini’ in seguito a delle migliorie o interventi sulla struttura o quando si manifesta l’esigenza di un aggiornamento del proprio sito: in entrambi i casi il servizio fotografico viene realizzato sulla spinta di una necessità o urgenza, spesso senza darsi il tempo di una progettazione strategica.

Il titolare dell’agriturismo che valorizza con continuità la presentazione della propria struttura ha senz’altro un ritorno in termini economici. L’investimento – piccolo o grande che sia – in fotografia/video dovrebbe essere preventivato ogni anno per ottenere una crescita costante, ed i mesi di settembre-ottobre sono due mesi decisivi da sfruttare. Perché?

I motivi sono sostanzialmente tre.

Il primo rientra nelle strategie di web marketing; realizzare il servizio in questo periodo permette di avere a disposizione materiale fotografico da utilizzare per la stagione successiva nei mesi (da novembre in poi) in cui – specialmente all’estero – una gran parte di turisti pianifica le vacanze primaverili e estive. Questo vuol dire anche aggiornare i propri canali (sito web/ota/portali) in tempo, per massimizzarne l’efficacia. Rispettando questa tempistica le prenotazioni cominceranno prima.

Il secondo motivo è climatico: in settembre e ottobre i colori sono particolarmente belli (a patto di scegliere la giornata giusta) e si percepisce ancora l’aria estiva (cosa che non avviene nei mesi di marzo-aprile) e questo fa la differenza a livello di luce e impatto fotografico. Riguardo la vegetazione è possibile che vi sia del secco, tuttavia, il paesaggio ricorda ancora la bella stagione che influenza positivamente l’utente.

Il terzo motivo è di ordine organizzativo ed anche economico. A settembre ed ottobre, finito lo stress da superlavoro estivo, il ritmo un po’ rallenta e si apre la finestra per ripensare alla propria struttura, in un momento in cui anche le “casse” sono in attivo.

Concludo dicendo che programmare adeguatamente la presentazione della propria struttura vuol dire ottenere un vantaggio commerciale a costo zero,  impostare al meglio il proprio lavoro e “far fruttare” il servizio fotografico, dandogli un respiro più ampio e duraturo.