';

I rinnovati bisogni di certezza del turista post covid-19 – Opportunità per gli Agriturismi e Country Resort

I rinnovati bisogni di certezza del turista post covid-19 – Opportunità per gli Agriturismi e Country Resort

Il turismo lento, un’occasione da non perdere

Il turismo cambierà volto. Una sua trasformazione è necessaria e già faceva capolino prima dell’era Coronavirus. Gli operatori del settore sono chiamati a riflettere a fondo per essere pronti a cogliere le importanti opportunità che si aprono per l’Italia da ora in poi.

Il “nuovo” viaggiatore/cliente, si orienterà verso un’esperienza di vacanza-viaggio lento, in cui lo scopo non è più la quantità ma la qualità, il benessere e l’esplorazione e non la visita “mordi e fuggi”. Quindi il contatto con il territorio in tutte le sue sfumature, spazio alle relazioni umane –  anche se “regolamentate” -, la riappropriazione del proprio tempo personale e di sé.

L’elogio della lentezza è già entrato a pieno titolo nel vocabolario del turismo nel 2019, nominato internazionalmente l’anno dello Slow Travel e uscirà senza dubbio rafforzato dai nuovi scenari globali. Spazi aperti e lontani da luoghi di grande aggregazione, riscoperta della natura come fonte di rigenerazione e relax, scoperta di località e borghi “minori” di cui il nostro Paese abbonda, attività open-air, mangiare genuino e con una identità locale, occasioni di socialità che garantiscano sicurezza e privacy. Tutto questo all’insegna della sostenibilità, niente aerei, minor utilizzo delle proprie macchine una volta arrivati a destinazione.

Quest’estate non avremo, quasi sicuramente, un turismo internazionale ma gli italiani assennati si rivolgeranno alle destinazioni domestiche, soprattutto quelle che sapranno accogliere le loro esigenze e premiare il loro desiderio di benessere “in sicurezza”.

La sfida degli operatori ricettivi è dunque di prepararsi per dare il meglio di sé e per essere competitivi agli occhi del cliente.  Non attraverso la leva prezzo ma con sensibilità verso un necessario cambiamento. Mostrando una maggiore attenzione alla qualità del servizio e della propria offerta. Migliorando e se necessario ripensando, anche attraverso piccoli dettagli, le proprie strutture ospitali. Garantendo sicurezza igienica e un’ottimale distribuzione degli spazi e degli arredi. Rivedendo il rapporto fra vuoti e pieni in modo da permettere più circolazione di aria e spazio negli ambienti. Riesaminando la parte ristorazione, dove presente, la sua organizzazione e l’area dove sono serviti i pasti.

Anche l’offerta di “esperienze” diventerà un capitolo integrante della vacanza lenta: stimolare occasioni di contatto “sensoriale” con il territorio, attraverso iniziative di marketing territoriale in sinergia con gli enti, le agenzie e le aziende locali concorrerà ad aumentare l’attrattività della struttura.

Oggi più che mai un’analisi della propria identità ricettiva, uno sforzo mirato al suo miglioramento in queste direzioni, sarà premiante. Assieme a tanta ospitalità e calore umano, gli ingredienti fondamentali del mestiere.

Il cambiamento deve essere raccontato al potenziale cliente, che ha bisogno di sognare e in questa fase anche di sentirsi rassicurato. A volte bastano dettagli per trasmettere una giusta immagine di sé.

Un’immagine, un video, una ripresa aerea possono portare al racconto della vostra struttura ricettiva, magia, bellezza e fascino.

Una buona strategia di comunicazione è un potente strumento per rafforzare la propria identità, attrarre nuova clientela e migliorare i risultati commerciali.

Agriturismo e Country Resort Photography – Ph Carlo tognozzi Moreni – +38 338 8797007

Servizi fotografici – realizzazioni video – riprese con Drone.

Firenze – Toscana – Italy

Comments
Share
admin_ct2

Leave a reply